Skin ADV
Prato OGGI
  • Cerca:
  • 17:06 - 23/6/2018
  • 96 utenti online
  • 2643 visite ieri
  • [protetta]

CALCIO

Mentre la S.S. Granducato A.S.D. (foto) si accinge a rappresentare la provincia di Pistoia nelle finali nazionali arancio-blu di calcio a 7 in programma a Montecatini Terme dal 12 al 16 luglio, nella nuova sede pistoiese del CSI di via del Frutteto già si lavora sodo in vista della stagione sportiva 2017/18, 

PODISMO

Ancora un successo per l' “Americana in Piazza”, gara podistica a eliminazione tenutasi nel pomeriggio di venerdì 2 su un percorso di 300 metri in piazza Vittorio Veneto a Casalguidi organizzata dalla locale società dell' Atletica Casalguidi Mcl Ariston. 

PRATO

Una gita nel tempo alla scoperta della Prato medievale fra Castello dell'Imperatore e Cassero. L'appuntamento è per lunedì 17 aprile alle 18 per un viaggio fra il castello federiciano e il suo camminamento da compiere in compagnia di una guida esperta pronta a svelare tutti i segreti degli antichi cavalieri, le loro abitudini e il modo di vivere nel Trecento.

PRATO

Il 7 ad Antonini, il 10 a Tavano, mentre Cavagna va in “doppia cifra”. Il Prato ha comunicato i numeri di maglia ufficiali dei propri giocatori per la stagione 2016-17. Anche in Lega Pro quest’anno, infatti, le maglie saranno personalizzate. La 10 è finita sulle spalle di Ciccio Tavano.

PRATO

Il Prato Calcio a 5 annuncia con soddisfazione l’ingaggio del laterale italo-albanese Rej Karaja, giovane talento proveniente dai campioni d’Italia dell’Orange Futsal di Asti. A soli 19 anni Karaja ha già debuttato con gol nella Nazionale maggiore dell’Albania.

PRATO

A tagliare per primo il traguardo della gara podistica di 15 km, un percorso impegnativo che passa attraverso Sasseta, Luciana, Cavarzano, Poggiole fino a San Quirico di Vernio,  è stato anche in questa edizione del “Trofeo Corri a Sasseta”   Jilali Jamali con la maglia del Parco Alpi Apuane.

none_o

Il suo seno nudo, ne 'La Cena delle Beffe' di Alessandro Blasetti, mandò in visibilio l'Italia. 

none_o

Sem Benelli è uno squarcio di luce su quello che è stato il rapporto fra mondo culturale italiano e Fascismo. 

none_o

Solo chi ha provato lo sfruttamento e le privazioni sulla sua pelle può affrontare una dura lotta per la libertà.

none_o

Quando, nel 1901, Beniamino Forti morì, non poteva certo che un governo dispotico avrebbe distrutto alla radice il suo impero economico.

MONTEMURLO
Montemurlo ricorda la strage aerea di Javello con una cerimonia al parco della Pace

8/1/2018 - 13:57

Anche quest'anno il Comune di Montemurlo ricorda la strage aerea di Javello, avvenuta l'8 gennaio 1992. Un evento tragico, ancora impresso nella memoria della comunità, che costò la vita al maggiore Carlo Stoppani, al tenente Paolo Dutto e al maresciallo Cesare Nieri. I tre aviatori, appartenenti alle 46esima brigata aerea di Pisa, quel giorno stavano sorvolando la zona a bordo di un aereo G222, quando, probabilmente a causa delle avverse condizioni meteo, si schiantarono con il loro velivolo sul monte Javello, che domina Montemurlo. Per non dimenticare le vittime di questa tragedia, avvenuta oramai 26 anni fa, il Comune, in collaborazione con l'associazione Arma Aeronautica di Prato e Montemurlo, organizza per domenica 14 gennaio una cerimonia di commemorazione. « La cerimonia in ricordo della strage aerea di Javello non è solo un modo per ricordare le vittime di questo incidente, ma un modo per onorare il lavoro di quanti, uomini e donne ogni giorno, a rischio della propria vita, lavorano per garantire la sicurezza di tutti noi», ha sottolineato il sindaco Mauro Lorenzini.
Il ritrovo delle autorità è previsto alle ore 9,30 in via Lamarmora, dove alle ore 10 nella chiesa di Fornacelle si terrà una messa di suffragio. Alle ore 11 la commemorazione si sposta al Parco della Pace di via Grazia Deledda. Qui si trova il monumento in ricordo delle vittime e proprio qui si svolgerà la cerimonia civile con la deposizione delle corone e i discorsi delle autorità. Alla commemorazione prenderà parte il sindaco del Comune di Montemurlo, Mauro Lorenzini, il comandante della 46 esima brigata aerea di Pisa, il generale Girolamo Iadicicco, il comandante del secondo gruppo, al quale appartenevano i piloti scomparsi, Giulio Marchi, il comandante del reparto volo, Salvatore Melillo, insieme ad una folta rappresentanza di piloti in forza alla 46esima brigata aerea di Pisa. Inoltre saranno presenti i rappresentanti dei Comuni di origine degli aviatori, Caraglio, Cuneo e Morro D'Alba, e i loro familiari,il presidente dell’ Associazione Arma Aeronautica, nucleo di Montemurlo, Meraldo Cipriani, che con forza tiene viva la commemorazione, e quello di Prato, Francesco Farina, e il tenente dei carabinieri di Montemurlo, Quintino Preite. Dopo la cerimonia si terrà un pranzo alla Misericordia di Montemurlo. Per maggiori informazioni si può contattare l'associazione Arma Aeronautica telefono 3479398214 oppure 3355925937.
nelle foto d'archivio, il monumento in ricordo della strage aerea di Javello al Parco della Pace di via Deledda e il sindaco Lorenzini che depone una corona in ricordo delle vittime

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: