Skin ADV
Prato OGGI
  • Cerca:
  • 08:01 - 16/1/2018
  • 132 utenti online
  • 6784 visite ieri
  • [protetta]

CALCIO

Mentre la S.S. Granducato A.S.D. (foto) si accinge a rappresentare la provincia di Pistoia nelle finali nazionali arancio-blu di calcio a 7 in programma a Montecatini Terme dal 12 al 16 luglio, nella nuova sede pistoiese del CSI di via del Frutteto già si lavora sodo in vista della stagione sportiva 2017/18, 

PODISMO

Ancora un successo per l' “Americana in Piazza”, gara podistica a eliminazione tenutasi nel pomeriggio di venerdì 2 su un percorso di 300 metri in piazza Vittorio Veneto a Casalguidi organizzata dalla locale società dell' Atletica Casalguidi Mcl Ariston. 

PRATO

Una gita nel tempo alla scoperta della Prato medievale fra Castello dell'Imperatore e Cassero. L'appuntamento è per lunedì 17 aprile alle 18 per un viaggio fra il castello federiciano e il suo camminamento da compiere in compagnia di una guida esperta pronta a svelare tutti i segreti degli antichi cavalieri, le loro abitudini e il modo di vivere nel Trecento.

PRATO

Il 7 ad Antonini, il 10 a Tavano, mentre Cavagna va in “doppia cifra”. Il Prato ha comunicato i numeri di maglia ufficiali dei propri giocatori per la stagione 2016-17. Anche in Lega Pro quest’anno, infatti, le maglie saranno personalizzate. La 10 è finita sulle spalle di Ciccio Tavano.

PRATO

Il Prato Calcio a 5 annuncia con soddisfazione l’ingaggio del laterale italo-albanese Rej Karaja, giovane talento proveniente dai campioni d’Italia dell’Orange Futsal di Asti. A soli 19 anni Karaja ha già debuttato con gol nella Nazionale maggiore dell’Albania.

PRATO

A tagliare per primo il traguardo della gara podistica di 15 km, un percorso impegnativo che passa attraverso Sasseta, Luciana, Cavarzano, Poggiole fino a San Quirico di Vernio,  è stato anche in questa edizione del “Trofeo Corri a Sasseta”   Jilali Jamali con la maglia del Parco Alpi Apuane.

none_o

Il suo seno nudo, ne 'La Cena delle Beffe' di Alessandro Blasetti, mandò in visibilio l'Italia. 

none_o

Sem Benelli è uno squarcio di luce su quello che è stato il rapporto fra mondo culturale italiano e Fascismo. 

none_o

Solo chi ha provato lo sfruttamento e le privazioni sulla sua pelle può affrontare una dura lotta per la libertà.

none_o

Quando, nel 1901, Beniamino Forti morì, non poteva certo che un governo dispotico avrebbe distrutto alla radice il suo impero economico.

PRATO
Sette autori pratesi per riscrivere il processo a Musciattino: bando aperto fino al 4 dicembre

27/11/2017 - 9:34

Per raccontare la città di Prato e il suo patrimonio di cultura e bellezza e restituire il fascino di una storia che si legge come una favola, il Museo di PALAZZO PRETORIO e il TEATRO METASTASIO di PRATO indicono un bando di partecipazione per un workshop di scrittura drammaturgica finalizzato alla presentazione di una lettura drammatizzata itinerante fra le sale della mostra Legati da una cintola -L’Assunta di Bernardo Daddi e l’identità di una città.
Rivolto alla città di Prato, destinato a un massimo di 7 partecipanti e guidato dal drammaturgo ARMANDO PIROZZI (autore e regista teatrale, finalista al Premio Riccione 2009 e nella terzina finale al premio UBU 2013 come migliore novità italiana o ricerca drammaturgica con Soprattutto l’Anguria, messo in scena da Massimiliano Civica), il workshop si prefigge la stesura di testi drammaturgici originali frutto di un lavoro sui documenti storici e sulle storie popolari che si sono intrecciate intorno alla vicenda del furto della Sacra Cintola ad opera del chierico secolare Giovanni di ser Landetto da Pistoia, detto Musciattino, avvenuto il 27 luglio 1312. Gli elaborati dei partecipanti al workshop saranno presentati sotto forma di lettura drammatizzata itinerante a cura del regista MASSIMILIANO CIVICA all’interno delle sale che ospitano la mostra.
La mostra, organizzata dal Comune di Prato in collaborazione con la Diocesi di Prato, a cura di Andrea De Marchi e Cristina Gnoni Mavarelli, prende spunto dal prezioso mito identitario della reliquia del Sacro Cingolo, la Cintola della Vergine Maria custodita nel Duomo di Prato, simbolo religioso e civile dell’identità pratese, e raccoglie oltre 60 opere tra dipinti, sculture e miniature, oltre alla ricostruzione della pala di Bernardo Daddi tornata a farsi ammirare nella sua interezza.
 
Per partecipare al workshop, i candidati dovranno presentare, entro e non oltre le ore 13.00 del 4 dicembre 2017, la Domanda di partecipazione. La quota di partecipazione al workshop è fissata in euro 50.00.
Il bando di concorso per il workshop, che si svolgerà presso il Museo di Palazzo Pretorio e sarà realizzato dalla Fondazione Teatro Metastasio, è pubblicato sul sito istituzionale della Fondazione Teatro Metastasio www.metastasio.it e del Museo di Palazzo Pretorio www.palazzopretorio.prato.it
 
Per informazioni: Segreteria Teatro Metastasio – via Cairoli n.59 – 59100 Prato (tel 0574.608.553 – email segreteria@metastasio.it)

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: