Skin ADV
Prato OGGI
  • Cerca:
  • 08:01 - 16/1/2018
  • 152 utenti online
  • 6784 visite ieri
  • [protetta]

CALCIO

Mentre la S.S. Granducato A.S.D. (foto) si accinge a rappresentare la provincia di Pistoia nelle finali nazionali arancio-blu di calcio a 7 in programma a Montecatini Terme dal 12 al 16 luglio, nella nuova sede pistoiese del CSI di via del Frutteto già si lavora sodo in vista della stagione sportiva 2017/18, 

PODISMO

Ancora un successo per l' “Americana in Piazza”, gara podistica a eliminazione tenutasi nel pomeriggio di venerdì 2 su un percorso di 300 metri in piazza Vittorio Veneto a Casalguidi organizzata dalla locale società dell' Atletica Casalguidi Mcl Ariston. 

PRATO

Una gita nel tempo alla scoperta della Prato medievale fra Castello dell'Imperatore e Cassero. L'appuntamento è per lunedì 17 aprile alle 18 per un viaggio fra il castello federiciano e il suo camminamento da compiere in compagnia di una guida esperta pronta a svelare tutti i segreti degli antichi cavalieri, le loro abitudini e il modo di vivere nel Trecento.

PRATO

Il 7 ad Antonini, il 10 a Tavano, mentre Cavagna va in “doppia cifra”. Il Prato ha comunicato i numeri di maglia ufficiali dei propri giocatori per la stagione 2016-17. Anche in Lega Pro quest’anno, infatti, le maglie saranno personalizzate. La 10 è finita sulle spalle di Ciccio Tavano.

PRATO

Il Prato Calcio a 5 annuncia con soddisfazione l’ingaggio del laterale italo-albanese Rej Karaja, giovane talento proveniente dai campioni d’Italia dell’Orange Futsal di Asti. A soli 19 anni Karaja ha già debuttato con gol nella Nazionale maggiore dell’Albania.

PRATO

A tagliare per primo il traguardo della gara podistica di 15 km, un percorso impegnativo che passa attraverso Sasseta, Luciana, Cavarzano, Poggiole fino a San Quirico di Vernio,  è stato anche in questa edizione del “Trofeo Corri a Sasseta”   Jilali Jamali con la maglia del Parco Alpi Apuane.

none_o

Il suo seno nudo, ne 'La Cena delle Beffe' di Alessandro Blasetti, mandò in visibilio l'Italia. 

none_o

Sem Benelli è uno squarcio di luce su quello che è stato il rapporto fra mondo culturale italiano e Fascismo. 

none_o

Solo chi ha provato lo sfruttamento e le privazioni sulla sua pelle può affrontare una dura lotta per la libertà.

none_o

Quando, nel 1901, Beniamino Forti morì, non poteva certo che un governo dispotico avrebbe distrutto alla radice il suo impero economico.

POGGIO A CAIANO
Sabato 11 novembre la presentazione di una nuova pubblicazione dei Quaderni Sofficiani

8/11/2017 - 20:19

Sarà presentata nella saletta “Niccolò Tribolo” delle Scuderie medicee, sabato 11 novembre alle 17, il volume I libri di Soffici a cura di Luigi Cavallo, Luigi Corsetti, Vanessa Castelnovi e Oretta Nicolini.

La pubblicazione, edita dal Museo Soffici e dall’associazione culturale “Ardengo Soffici” (numero 19 “Quaderni Sofficiani”) è un lavoro corale degli autori che ricostruisce un iter bibliografico, un percorso critico che interessa il Soffici scrittore ma anche un’epoca e un ambiente culturale. Sotto la lente di ingrandimento dei curatori ci sono 44 titoli, libri firmati da Soffici (escluse le sue curatele) e opere collettanee che pure hanno un peso nella storia letteraria dell’autore toscano. I curatori hanno fatto solo due eccezioni: Firenze fiore del mondo, 1950, per il cospicuo interesse del saggio e I diari, del 1962, che uniscono gli scritti autonomi di Soffici e Prezzolini, accoppiati da Longanesi per motivi editoriali. La pubblicazione, con la copertina dell’artista Stefano Cipolat, sarà presentata dal sindaco Marco Martini, dall’assessore alla Cultura Giacomo Mari, da Erika Bertelli dell’Università di Firenze e dallo storico dell’arte Luigi Cavallo.
L’iniziativa rientra fra le attività collaterali alla mostra Soffici e Rosai. Realismo sintetico e colpi di realtà, in corso fino al 7 gennaio 2018 alle Scuderie medicee di Poggio. L’allestimento inaugurato lo scorso 7 ottobre continua a registrare un grande successo di pubblico, superando ampiamente i 2000 visitatori. La mostra affianca, attraverso dipinti e disegni dagli anni ’10 al secondo dopoguerra, oltre a lettere originali, fotografie d’epoca, pennelli, tavolozze e prime edizioni di libri, due dei più grandi artisti del Novecento in un confronto di linguaggi che ne sottolinea le affinità ma anche le diverse motivazioni culturali ed etiche. L’allestimento è promosso dal Comune di Poggio a Caiano con il patrocinio della Regione Toscana ed è visitabile dal giovedì alla domenica 10-13 / 14,30-18,30, il biglietto di ingresso costa 7 euro intero, 4 euro ridotto (residenti nel Comune di Poggio a Caiano, studenti da 18 a 25 anni con tessera universitaria, over 65), gratuito se minori di 18 anni. Con lo stesso biglietto della mostra si accede al Museo Ardengo Soffici e del ’900 italiano.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: